2011 - quarta

Il periodo estivo vede ancora lio ci sto 2011 8 20121212 1570645400'aumento della presenza di immigrati nelle campagne del Tavoliere, la provincia di Foggia: alla presenza stabile si aggiungo quanti, dalle regioni del centro nord, approfittano per poter cercare occupazione in agricoltura oppure i “nomadi dell'agricoltura”, che seguono durante l'anno i vari raccolti tra la Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. E' proprio nel periodo estivo che i servizi spesso retti anche dal volontariato hanno bisogno di un sostegno. L'accoglienza non può andare in ferie e può diventare un laboratorio interessante di educazione alla cittadinanza attiva. "Io ci sto" è un campo di lavoro rivolto a giovani dai 20 anni in poi, che decidono di trascorre insieme un'esperienza di volontariato, di incontro, di condivisione e di servizio in contatto diretto con la realtà migratoria della Capitanata. Affonda le proprie radici nei primi anni 90 quando a Borgo Mezzanone erano stati organizzati servizi di accoglienza per i lavoratori stagionali e ne rappresenta un naturale sviluppo. Quest'anno hanno partecipato 75 giovani provenienti da Como, Brescia, Campania, Puglia e due nostri validi studenti del SIMI, distribuiti in sei settimane. Sede del campo era una struttura dell'ASL a San Severo, un centro giovanile per la prevenzione della devianza giovanile. L'auto gestione è stata occasione per conoscersi maggiormente e la condivisione del vissuto a fine giornata hanno segnato momenti di approfondimento personale e di gruppo. Ogni giorno sono state approfondite tematiche relative all'immigrazione, all'intercultura, ai servizi del territorio con la partecipazione di testimoni e esperti del settore. Il servizio ai migranti è il cuore dell'esperienza: insegnamento della lingua italiana al "ghetto" di Rignano, sostegno all'ambulatorio medico itinerante (in collaborazione con Emergency), organizzazione di momenti informativi sui documenti, sui diritti del lavoro e sull'igiene (con Emergency, Anolf, Centro Interculturale Baobab), distribuzione di volantini informativi sui vari servizi sociali e sanitari per i migranti. I giovani hanno saputo mettersi in gioco, riflettere e ridurre i propri pregiudizi sui migranti, rivedere scelte di vita passata e futura, etc... Alcuni hanno chiaramente affermato come i migranti stessi siano stati i loro principali maestri di vita.

StampaEmail

Per rilasciare commenti occorre essere registrati.

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.