2012 - quinta - Varie

Varie

Staffette

Le settimane in cui erano presenti molti volontari si è potuto organizzare delle staffette: realizzare una mappa delle presenze di braccianti in casolari abbandonati. Se inizialmente sembrava un gironzolare a caso, col tempo è emersa una maggiore coscienza delle condizioni di vita di altri lavoratori, che spesso fanno riferimento al ghetto in quanto ai vari servizi, compresi i bar e i bordelli.

Giovane rumeno

Durante un giro di staffetta viene incrociato P., un giovane rumeno che era riuscito a sfuggire da una situazione di grave sfruttamento e di riduzione a schiavitù, pieno di paura di essere ricercato dai suoi aguzzini. Dopo quattro mesi di mancato guadagno, voleva semplicemente rientrare a casa, ma prima di partire è stato accolto dai volontari dell' IO CI STO, rifocillato e rivestito ha passato dei momenti più sereni nei quali ci ha illustrato il suo dramma. Non volendo rimanere troppo in Italia, ha esposto la situazione nei suoi dettagli alle forze dell'ordine ed è ritornato in Romania.

Animazione serale

Le serate in estate, specialmente dopo la fine del Ramadan, erano lunghe e così si è pensato di proporre dei momenti insieme. Sono stati proiettati i film “Sankara”, un film documentario sulla figura di Thomas Sankara, un leader burkinabé molto carismatico, per tutta l'Africa Occidentale sub-sahariana e “Xala” un film comico senegalese.

In due occasioni, in modo semplice, sono state organizzate, grazie all'apporto dei giovani impegnati alla radio, due serate danzanti.

Momenti che hanno mostrato che malgrado le diverse maniere di ballare, il linguaggio corporeo avvicina chiunque.

Di passaggio in Italia, i giovani acrobati kenioti del NAFSI AFRICA hanno fatto sosta presso l'Art Village e si sono esibiti a San Severo, a Palazzo san Gervasio, a Foggia ed anche al “ghetto” attirando l'attenzione di molti lavoratori. (http://nafsiafrica.webs.com/)

Sandro Joyeux, un italo-francese che canta e suona la sua chitarra con un metodo tutto suo, ha rallegrato una serata al ghetto sia nel 2011 che nel 2012, con grande partecipazione di pubblico. Vedi http://www.myspace.com/sandrojoyeux per maggiori informazioni

Post io ci sto

Un piccolo gruppo di volontari hanno prolungato autonomamente il campo di una ulteriore settimana in maniera da dare maggiore continuità. Smontate poi le strutture leggere e le tende, si è continuato a visitare il ghetto per lo meno una o due volte la settimana e questo durerà fino all'inizio di una nuova avventura il 28 luglio 2013.

L'attenzione alla realtà migratoria della zona ed in modo particolare del “ghetto” continua tramite l'ufficio Migrantes della Diocesi di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo in collaborazione con enti, associazioni e uomini e donne di buona volontà.

StampaEmail

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.