2012 - quinta - Scuola informale di italiano

Scuola informale di italiano

La proposta di insegnare l'italiano è sorta dalla richiesta stessa dei lavoratori ed è anche la più semplice da proporre a volontari di cui non si conoscono capacità e competenze. Essi venivano introdotti da persone, specialmente dalla rete “Campagne in lotta”, che durante tutto l'anno, nei loro luoghi di vita, ne hanno fatto un impegno ordinario. Le condizioni per l'insegnamento sono particolari: innanzitutto vi è una discontinuità di presenze, visto l'irregolarità degli orari di lavoro, le stanchezze, la celebrazione del Ramadan, il bisogno di andare dal medico di Emergency, etc. Inoltre i livelli di conoscenz sono diversi: alcuni, addirittura, non sapevano né scrivere e né leggere oppure non conoscevano l'alfabeto latino, altri ci chiedevano di imparare il trapassato prossimo o di migliorare in matematica perché in procinto di fare l'esame di terza media... Ci sono stati momenti nei quali gli studenti erano una ventina e altri dove superavano la cinquantina dovendo di conseguenza rifugiarci all'ombra di qualche tenda e comperare altri tavoli e panche.

Verso gli ultimi giorni, un lavoratore, ha confidato a P. Arcangelo: “Ora che so un po' meglio l'italiano, rischio di non essere più chiamato a lavorare.” E alla domanda di spiegazione ha aggiunto: “il caporale non vuole prendere a giornata chi sa l'italiano, perché potrebbe accordarsi direttamente con l'azienda agricola e così aggirare il ruolo dello stesso caporale.” Concetto che ricorda l'esperienza educativa di don Milani.

StampaEmail

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.